Archive for ottobre, 2017

Riflessioni e editoriale sulla scuola di Calvinato MCE…grazie Gilberta Fosci

Momenti difficili per la scuola. C’è chi raccoglie firme per le bocciature alla primaria e chi raccoglie firme per l’approvazione dello ius soli/ius culturae.
‘In gioco non è un semplice guadagno elettorale ma il senso stesso del mondo… l’origine del razzismo e di ogni genere di fanatismo hanno sempre come loro fondamento l’ideale della purezza etnica che esclude il pluralismo’ (M. Recalcati, ‘Figli nostri e figli dello Stato’, Repubblica).
‘La patria sarà quando tutti saremo stranieri’ (G. Agamben).
Gli studenti protestano per l’alternanza scuola lavoro usata in modo indebito.
‘Il caso degli studenti in piazza per protestare contro l’alternanza scuola-lavoro è un paradigma del velleitarismo fallimentare della pubblica istruzione. Uno strumento buono (efficace da anni in paesi come la Germania) declinato male (cioè all’italiana)… Risultato: dal 2015, 1,5 milioni di ragazzi coinvolti nelle 200/400 ore di alternanza, la maggior parte spese a servire ai banchi di Mc Donald’s, a rispondere nei call center, a piantonare musei’ (M. Giannini, Repubblica).
Un coro di lamentele degli insegnanti accoglie chi incontra gli insegnanti in questa prima fase dell’anno: un uso dell’organico potenziato prevalentemente per supplenze, per cui è problematico sostenere una progettualità (ma il ptof non doveva essere triennale e creare presupposti saldi?); insegnanti di sostegno ‘fino ad avente diritto’ a loro volta impiegati in supplenze (i neoassunti dove sono?); non ci sono soldi (o volontà) per istituire commissioni e gruppi di ricerca azione senza i quali i docenti titolari di funzione svolgono un compito spesso sopportato o di totale delega. Le energie e le risorse sembrano sempre più legate ad interventi di rincalzo esterni: educatori, volontari.
Molte iniziative in questi mesi ricordano don Milani, alcune ricordano anche Dewey, Bruner, De Mauro, qualcuna ‘addirittura’ Freinet. L’istituzione sembra permeata di una pedagogia ispirata ai ‘grandi maestri’ la cui autorità sembra indiscussa (salvo tacere quando vengono accusati di tutti i mali della scuola, vedi le recenti prese di posizione dei 600 su quella che – un tempo- era chiamata educazione linguistica, di cui si sono perse le tracce o sono affidate alla memoria amatoriale di pochi cultori).
Ma poi? quali impegni, quali applicazioni, quale coerenza, nel giorno per giorno? Si sente un’aria di smobilitazione, di rassegnazione, di avvilimento, di ricorso a piccole pratiche che sembravano cadute nel dimenticatoio, peggio ancora ammantate di validazione medica o psicologica. Ogni tanto si santifica qualcuno mentre d’altro canto si avalla ogni pratica la più mortificante.
Fino al punto che dal MIUR giunge l’invito alle associazioni professionali riconosciute come forum denominato Fonadds di esprimere UN nominativo per entrare a far parte dell’osservatorio permanente sull’inclusione previso dalla relativa delega alla legge 107. Il che sarebbe interessante se le associazioni si fossero confrontate su senso e modi di una scuola inclusiva. Ad es. il MCE ritiene che sia la scuola a doversi adeguare per diventare inclusiva. E che la moltiplicazione di deficit e relative certificazioni e la fievole forma di investimento su tutto il personale docente per una autentica coerenza di proposte e interventi non vadano in questa direzione, ma piuttosto in quella di un tecnicismo affidato agli insegnanti di sostegno specializzati.
Per non parlare delle nuove modalità previste per le certificazioni. Su questi aspetti non esiste un parere unanime, e ciascuna associazione non conosce la posizione delle altre.
Inoltre il decreto istitutivo del Fonadds non giacesse da anni nei meandri di viale Trastevere trapassando di ministro in ministro, di promessa in promessa. Il che la dice lunga sulla considerazione che da quelle parti si ha per le associazioni e la pedagogia.
Il MCE nutre tuttavia le virtù dell’ottimismo della fiducia (Freinet) e della speranza (Lodi) e non vuole sprofondare nel negativo. Non mancano segnali dal basso (e non solo: alcune cattedre di pedagogia sembrano affrontare con passione il problema della mancanza di orientamento pedagogico nella scuola e chiedono collaborazione alle associazioni). La manifestazione di sabato 21 contro il razzismo il cui elenco di aderenti è lunghissimo dimostra che una società civile c’è e ‘tiene’ su questioni di civiltà accoglienza solidarietà cultura (fino a quando in epoca di misconoscimento del ruolo dei corpi intermedi è da vedersi).
Bisogna ripartire dalla scuola, mostrare che ‘si può fare’, dove è possibile fare insieme. Cogliere i segni del cambiamento dove sembra che cambiamento non ci sia.
‘Cercare e saper riconoscere chi e cosa, in mezzo all’inferno, non è inferno, e farlo durare, e dargli spazio’. Anche se ‘è rischioso ed esige attenzione e apprendimento continui’ (I. Calvino, ‘Le città invisibili’)
Perché constatiamo ogni giorno che un’altra scuola è necessaria.

Giancarlo Cavinato

Annunci

Lascia un commento

Congratulazioni”by Gilb.

Special"sei sempre capolavoro "facente"By Gilb.

Lascia un commento

Congratulazioni!!

Sei sempre il solito " Special".Ancora prodigiosi auguri …by Gilb.

Lascia un commento

Festa del cinema di Roma, è il giorno di “Una questione privata”. FOTO | Sky TG24

Sei il solito "Special" Prodigjosi saluti Gilb Ciao! Di segnalo questa pagina che credo ti possa interessare: http://tg24.sky.it/spettacolo/photogallery/2017/10/27/festa-cinema-roma-fratelli-taviani.html?gs_ref=gGqvYgNkKa-Email

Lascia un commento

Docente Tutor Fosci Gilberta

Lascia un commento

Materiale didattico: Musica, lingua sarda, storia contemporanea

Interessantissima e gradita iniziativa da diffondere per inondare di Sardo la nostra Identità Sarda.Grazie e prodigiose riverenze.
By DOC.Gilberta Fosci

Il 24/ott/2017 17:00, "Dr.Drer & Crc Posse" <crcposse> ha scritto:

Oggetto: Materiale didattico: Musica, lingua sarda, storia contemporanea.

La band sarda Dr. Drer & CRC posse, gruppo musicale in attività dal 1991, considerata una delle più longeve posse in assoluto, nonché artisti attivi nel panorama sardo,

SI RIVOLGE A TUTTI I DOCENTI SARDI

per comunicare a chi tra loro fosse interessato che, in seguito a decine di richieste ed iniziative autonome da parte di docenti sardi negli ultimi 5 anni in diversi Istituti isolani e nell’Università degli Studi di Cagliari, tutti i suoi brani musicali sono liberamente disponibili per qualsiasi laboratorio o progetto scolastico in qualsiasi istituto scolastico della Sardegna: scuole primarie, secondarie e istituti superiori.

La band si rende pertanto ufficialmente disponibile sia per l’utilizzo dei propri brani a fini didattici che per eventuali partecipazioni, progettazioni e/o realizzazioni di progetti.

In particolare si fa riferimento ai brani già utilizzati in questi ultimi anni nei laboratori e progetti:

Lingua Sarda (Su Sardu Alfabetu) https://youtu.be/Hxlw_csrZro

Storia del Novecento (El Tano) https://youtu.be/V4gGOJ9KauQ

I sardi nella Prima Guerra Mondiale (Arruolamentu) https://youtu.be/jC3aciKXzlc

Bombardamenti a Cagliari (Casteddu 43) https://youtu.be/z6nzcDdSWh8

ed in generale a tutte le ultime produzioni su cd:

Cabudanni (2017) https://soundcloud.com/crcposse/sets/cabudanni

Cosa Bella Frisca (2012) https://soundcloud.com/crcposse/sets/dr-drer-crc-posse-cosa-bella

In Sa Terra Mia (2010) https://soundcloud.com/crcposse/sets/dr-drer-crc-posse-in-sa-terra

Diffusione e riproduzione sono liberamente consentite, pertanto tutti i brani sono a disposizione per qualsiasi lavoro didattico; richiediamo gentilmente, nel caso, che ci sia comunicato, per nostra conoscenza.

La diffusione di questa lettera ai Vostri colleghi, collegi docenti, unità didattiche e contatti docenti in tutta l’Isola è graditissima.

Sotto i nostri contatti e i nostri links:

Cordiali saluti

Michele, Mauro, Alessandro, Giorgia, Giovanni, Riccardo

Dr.Drer & Crc Posse

Email: info

Web: www.crcposse.org

Video: http://www.youtube.com/crcposselive

FB: https://www.facebook.com/pages/drdrer-crc-posse/60553857896

dr.drer & crc posse – mùsica de Sardigna

This email was sent to gilberta.fosci
why did I get this? unsubscribe from this list update subscription preferences
music · via san giovanni 234 · Cagliari, Ca 09100 · Italy

Email Marketing Powered by MailChimp

open.php?u=4c09f651a56bbe7f26af8dd0b&id=2b17769452&e=3d532ed567

Lascia un commento

florenskij giallo defX.pdf

Partecipate e partecipate attiva_Mente.DOC.Fosci Gilberta

Lascia un commento

Older Posts »